Facebook è il Social Media più utilizzato al mondo. In media i suoi iscritti passano almeno 8 ore al mese su questa piattaforma e il loro numero supera 1 miliardo e 500 milioni di persone; di cui 27 milioni in Italia. La maggior parte di questi accedono direttamente da mobile.

Dato il grande numero di iscritti, Facebook è attualmente la piattaforma di Social Media Advertising più potente che ci sia. Per questo può essere un ottimo strumento di Business per le aziende, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Ecco una guida per imparare a usare Facebook come strumento di marketing per le aziende.

Come fare Marketing su Facebook?

Prima di parlare in dettaglio delle potenzialità di Facebook è bene ricordare che questa piattaforma è solamente un canale e/o un mezzo utile all’azienda per raggiungere il fine principale di qualunque missione di web marketing: l’atterraggio dell’utente al sito web aziendale.
Vediamo ora alcune informazioni e consigli utili relativi all’utilizzo di questo Social per la comunicazione aziendale:

– Creare nuove relazioni e nuovi leads, ossia nuovi contatti mediante indirizzi e-mail e altre informazioni utili per la struttura turistica.

– Diffondere il brand aziendale e quindi far conoscere l’azienda e i suoi servizi (Brand Awareness).

–  Offrire servizio di Customer Care, ossia fornire assistenza ai clienti rispondendo alle loro richieste e alle loro esigenze.

– Studiare la concorrenza e quindi osservare come si promuovono le imprese che lavorano nello stesso nostro settore e capire come queste si relazionano con la community.

– Mantenere relazioni durature con clienti acquisiti migliorandone il rapporto (Customer Retention).

Su Facebook è possibile intercettare nuovi potenziali clienti per coinvolgerli nelle attività di acquisto?

No, Facebook non è un canale destinato a vendita e acquisto, ma è un luogo dove la gente si racconta, si relaziona con altri utenti e si informa.
È uno strumento utile alle imprese per creare delle relazioni con persone a cui interessa la nostra attività. Per questo motivo deve essere visto come un luogo dove individuare target potenzialmente interessato alla nostra attività e sul quale poi noi instauriamo un rapporto di fiducia e di amicizia.
 Tale rapporto non deve essere mai interrotto tramite messaggi promozionali invasivi perché questi possono disturbare l’utente che ci segue.

Programmare un piano strategico per una comunicazione vincente.

Se l’azienda vuole utilizzare Facebook in modo ottimale, è fondamentale che abbia prima una strategia di comunicazione efficace: deve creare un piano di comunicazione che intercetti il proprio target di riferimento, analizzando i clienti acquisiti e/o quelli potenziali per capire desideri, caratteristiche e bisogni di ognuno. Successivamente deve cominciare ad investire soldi per avviare una relazione mirata ed efficace verso la community individuata; per esempio è possibile sponsorizzare dei post che catturino la loro attenzione per poi portarli a visitare la nostra pagina aziendale e quindi far sì che clicchino sul pulsante mi piace, aumentando così il numero di fan.

Marketing su Facebook: gli errori da evitare!

Uno degli errori più diffusi che molte imprese compiono è di considerare Facebook come una piattaforma dove non serve pagare per svolgere attività di web marketing. Non è così: una comunicazione efficace e mirata prevede a monte dispendio di tempo e denaro.
 Ad esempio, è possibile destinare mensilmente un budget (€ 50/100) per obiettivi precisi come la promozione di post, l’aumento del numero di iscritti alla newsletter, la visualizzazione di video, ecc.
Altro errore che molte aziende fanno, è di considerare Facebook come una vetrina dove inserire saltuariamente contenuti promozionali che hanno l’obiettivo di vendere un prodotto/servizio. È errato, non devo utilizzare questo Social al solo scopo di invadere la home di messaggi pubblicitari poiché, come già detto, i nostri fan si stufano e si innervosiscono.
Infine un’altra grave mancanza è quella di non aggiornare periodicamente il contenuto delle pagine aziendali o, peggio ancora, di non rispondere alle richieste di chi ci contatta mediante Facebook. Il tempo di risposta è molto importante e non deve essere trascurato dato che le richieste provenienti da Facebook vanno considerate come delle vere e proprie e- mail a cui l’azienda deve rispondere. Oltretutto certe domande possono essere scritte direttamente nella “bacheca” della pagina aziendale e, nel momento in cui queste vengono pubblicate, tutti gli utenti possono vedere a quale giorno, ora e data fanno riferimento.

Marketing su Facebook: guida & consigli utili.

Per un’efficiente comunicazione su Facebook è bene seguire alcuni utili suggerimenti. Vediamoli insieme qui di seguito:

– Costanza: Facebook è un luogo dove le amicizie devono essere mantenute.
 Non è necessario pubblicare qualcosa tutti i giorni, basta anche due tre volte alla settimana, ma con regolarità. Su Facebook la professionalità è importante dato che l’azienda ci mette la sua faccia e la sua reputazione.

– Originalità: è importante raccontarsi con storie coinvolgenti e stimolanti che catturino l’attenzione della community. Parlare ad esempio dei punti di forza dell’impresa mediante video è un metodo efficace che porta visibilità.

– Feedback: coinvolgere le persone a commentare e aggiungere opinioni sull’esperienza avuta con la nostra attività è fondamentale sia per l’azienda che per le persone che visitano la nostra pagina aziendale.

– Contenuti Mobile Friendly: molte persone accedono al web tramite mobile e per questo è bene realizzare contenuti ottimizzati per tali supporti. Già la condivisione di link che rimandano a siti responsive è una buona prassi.

– Monitoraggio: controllare costantemente ogni mese se gli obiettivi che mi sono posto stanno andando o meno a buon fine è fondamentale. Ad esempio posso valutare il numero di conversioni al sito, oppure se il traffico generato ha portato dei contatti reali.
 Un buon suggerimento per il monitoraggio è quello di prendere come punto di riferimento 3-4 indicatori e controllarli per sapere se il tempo e i soldi che sto investendo stanno effettivamente portando a dei risultati soddisfacenti.

In quale momento della giornata raggiungo più facilmente i miei fan su Facebook?

Per capirlo devo testare quando la mia community è online: dal pannello di monitoraggio che offre Facebook posso vedere quando gli utenti sono stati attivi rispetto all’ultima settimana, e valuto quindi questi orari.
 Può essere d’aiuto anche studiare le abitudini d’uso del mio target: ad esempio se sono degli impegati difficilmente guardano Facebook durante il giorno, riuscirò invece a raggiungerli più facilmente la sera; se poi mi rivolgo ad una fascia d’età sui 40-50 anni avrà sicuramente abitudini diverse rispetto a persone dai 18 ai 24 anni.
In base a queste analisi ed ai risultati che ho ottenuto ottimizzerò la mia comunicazione nell’orario e nel momento della giornata più consono.